10 ottobre 2020. Conferenza Episcopale Siciliana Conclusa la sessione autunnale dei lavori

Si è svolta a Caltagirone, dall’8 al 10 ottobre 2020, la Sessione autunnale della Conferenza Episcopale Siciliana sotto la Presidenza di S.E. Mons. Salvatore Gristina, Arcivescovo di Catania.

In apertura dei lavori il Presidente, dopo le comunicazioni all’assemblea dei vescovi, ha salutato S.E. Mons. Alessandro Damiano, Arcivescovo Coadiutore di Agrigento, e S.E. Mons. Francesco Lomanto, Arcivescovo eletto di Siracusa, che per la prima volta partecipavano ai lavori della Conferenza.

La prima parte dei lavori è stata dedicata alla lettura e approvazione dei verbali delle sedute precedenti che, a causa della pandemia dovuta alla diffusione del Covid19, si sono svolte in modalità telematica. Diverse sono state le questioni affrontate, dalle Linee Guida per la tutela dei minori e delle persone vulnerabili fino alla situazione del Tribunale Ecclesiastico Interdiocesano, dalle attività dell’Osservatorio Giuridico Legislativo fino a quelle della Commissione Presbiterale Siciliana. In merito all’introduzione del nuovo Messale Romano, i Vescovi hanno deciso che si cominci ad usare la nuova traduzione a partire dalla Prima domenica di Avvento in tutta la Sicilia. Inoltre, in considerazione della recrudescenza dei casi dovuti alla pandemia Covid19, i Vescovi confermano la proibizione delle processioni fino a nuove disposizioni. Per quanto riguarda i minori Don Gianluca Marchetti, membro del Servizio Nazionale per la Tutela dei Minori della Conferenza Episcopale Italiana, ha approfondito assieme ai presuli dell’Isola le Linee guida elaborate dalla CEI per la tutela dei minori e delle persone vulnerabili, che sono già in fase di applicazione nelle Diocesi di Sicilia e a livello regionale. I Vescovi hanno, inoltre, ascoltato la relazione di Mons. Antonio Legname, Vicario Giudiziale del Tribunale Ecclesiastico, approvando il regolamento del medesimo Tribunale, che entrerà in vigore l’1 gennaio 2021 

Mons. Antonino Raspanti ha informato sulla situazione attuale delle IPAB (istituti pubblici di assistenza e beneficienza) in Sicilia. I Vescovi hanno sollecitato la loro riforma alla luce delle varie sentenze della Corte Costituzionale, della Magistratura Amministrativa e della Corte di Cassazione e nel rispetto delle disposizioni statutarie originarie.

In merito all’Osservatorio Giuridico Legislativo della stessa Conferenza, S.E. Mons. Michele Pennisi ha relazionato circa le attività da esso svolte dalla sua attivazione (2017) ad oggi, caratterizzate da numerosi interventi di studio e di consulenza in differenti settori, così come segnalati da parte della Cesi.

In concomitanza con la Giornata Sacerdotale Mariana 2021, i Vescovi siciliano hanno deciso di svolgere un Convegno dei Presbiteri di Sicilia avente per tema la fraternità, lasciandosi ispirare dalla recente Enciclica di Papa Francesco “Fratelli tutti”.

Infine, sono state illustrate le diverse proposte formative che il Centro Madre del Buon Pastore per la formazione permanente del clero intende realizzare in questo anno pastorale, riguardanti sia i presbiteri che i diaconi, in linea con quanto già collaudato negli anni precedenti. 

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.