XXXVIII Pellegrinaggio mariano diocesano

Anche quest’anno si rinnova l’appuntamento diocesano al Santuario della Madonna della Scala, venerdì 31 maggio p.v. E’ il pellegrinaggio con cui la Diocesi conclude il mese mariano. Vogliamo insieme, come famiglia diocesana, ringraziare il Signore per questo Anno pastorale, che la Provvidenza di Dio ci ha fatto vivere, guidati dall’icona dei discepoli di Emmaus: “e camminava con loro”. E’ un appuntamento importante per ritornare ad affidare la Diocesi, il Vescovo, il Presbiterio, i Diaconi, i Religiosi/e, i Consacrati, i Seminaristi e tutte le Comunità ecclesiali alla Madre di Dio. Facciamo in modo che le nostre Comunità in questo giorno si organizzino per vivere insieme al Vescovo questo atto di affidamento a Maria. So che spesso non è facile far quadrare il cerchio della vita delle nostre parrocchie, so anche che tante parrocchie singolarmente vivono esperienze di pellegrinaggio, ma insieme come famiglia diocesana acquista un altro valore: si offre il segno visibile e festoso della comunione ecclesiale. Mi permetto di invitarvi anche a camminare come pellegrini, sia pure per un breve tratto di strada, verso il nostro Santuario dove celebreremo l’Eucaristia presieduta dal nostro Vescovo. Carissimi, avanzare insieme è un bel segno della nostra condizione di cristiani in cammino verso la pienezza della promessa di Dio: “cresce lungo il cammino il suo vigore”. Il nostro Dio è comunione, non solitudine, conosce solo la parola “noi” e declina la vita “in uscita”, attorno al volto dell’altro. Nell’auspicare la partecipazione corale di tutta la Diocesi, questo appuntamento offrirà al Vescovo la possibilità di consegnare alcune indicazioni pastorali per l’anno che ci aspetta dopo la pausa estiva.                 

PROGRAMMA

ore 17.30: ritrovo a metà della Via Sacra.

ore 18.00: inizio della processione. Questo primo momento sarà animato dai nostri seminaristi conla preghiera del Rosario.

ore 18.30: concelebrazione Eucaristica presieduta dal nostro Vescovo Antonio.

Gli anziani, gli ammalati e tutte le persone impedite, possono essere accompagnati nel luogo dellacelebrazione dove troveranno la Comunità delle Beatitudini che guiderà l’accoglienza e la preghiera. Ai Presbiteri e ai Diaconi ricordo di portare il camice e la stola bianca. E’ opportuno che i Vicari foranei comunichino al sottoscritto il numero dei pullman di ogni Vicariato per far predisporre al Comando della Polizia Locale di Noto il servizio d’ordine. In attesa di condividere questo momento di grazia vi saluto caramente. 

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.