Pozzallo e Ispica bandiere blu

Anche Pozzallo,  dopo Ispica (la spiaggia Ciriga già aveva la bandiera blu), va a arricchire, quest’anno, il patrimonio delle località balneari italiane che si distinguono per mare pulito e servizi. Oltre alle due cittadine della nostra Diocesi, altre cinque località balneari della Sicilia confermano o conquistano la bandiera blu per il 2019: Marina di Ragusa, Santa Teresa di Riva, Lampare di Tusa , Acquacalda di Lipari, Porto Palo di Menfi.  

Sono 183 in tutto i Comuni rivieraschi italiani che nel 2019 hanno ottenuto la Bandiera Blu, 8 in più rispetto ai 175 dello scorso anno. I nuovi ingressi sono 12, fra cui Pozzallo, mentre 4 sono usciti dal gruppo. Le bandiere Blu sono andate anche a 72 approdi turistici. Lo ha reso noto la Foundation for Environmental Education (FEE), un’organizzazione internazionale non governativa e no-profit con sede in Danimarca fondata nel 1981 con il fine di diffondere le buone pratiche per la sostenibilità ambientale, attraverso molteplici attività di educazione e formazione in particolare all’interno delle scuole di ogni ordine e grado. “Quella di Bandiera Blu è una filosofia dei piccoli passi, ma cose molto concrete, che nel tempo determinano il cambiamento, ha detto Claudio Mazza, presidente della FEE Italia. I Comuni in grado di conservare il proprio patrimonio ambientale e di saperlo promuovere mostrano già di essere quelli maggiormente appetibili per il turismo, turismo che dovrà inevitabilmente riferirsi a parametri di sostenibilità sempre più stringenti per potersi rinnovare e creare benessere”.

E Stefano Laporta, presidente dell’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), ha aggiunto: “Maggiore è l’immagine di sostenibilità ambientale del Comune e maggiore è la portata dell’attrazione turistica esercitata. E’ ormai comprovato che le località Bandiera Blu registrano sistematicamente una crescita delle presenze turistiche”.

I comportamenti responsabili dei cittadini, coniugati con le buone pratiche messe in atto dagli amministratori comunali, costituiscono la carta vincente per risollevare le condizioni economiche e sociali specialmente per il nostro estremo sud.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.