Azione cattolica: Un anno associativo ricco e fecondo

L’anno associativo 2017/2018 dell’Azione Cattolica Italiana è stato accompagnato dall’icona biblica della vedova che, nel Vangelo di Marco, offre nel tesoro del tempio “Tutto quanto aveva per vivere” (Mc 12, 38-40). Attraverso questa figura di donna, viene dipinta una delle immagini evangeliche che più riassumono l’essenziale, che raccontano la necessità di conoscere Gesù Cristo e seguirlo in un cammino di spoliazione di sé e di rivestimento dello stile di Gesù, che è donazione gratuita. 

Mentre in questi giorni nelle associazioni parrocchiali, nel clima della condivisione e dell’unione all’interno di ogni singolo vicariato, sono in corso le attività di conclusione dell’anno associativo, è bello fare memoria di un  percorso, quello diocesano, cadenzato da una molteplicità di incontri che hanno permesso ai soci dell’ACI di Noto di scoprirsi famiglia, di conoscersi e riconoscersi nelle iniziative sapientemente pensate, ideate e promosse dai vari presidenti e consigli parrocchiali. Sono state tante le occasioni di confronto e di incontro che, grazie ai carismi di ciascuno, hanno permesso di suscitare dialoghi e momenti di approfondimento sull’appartenenza ad un’associazione che oggi sostiene fortemente l’urgenza della formazione di donne e uomini che nel mondo siano portatori sani di onestà, coerenza, fedeltà al Vangelo e amore per la Chiesa. 

Ogni gesto che in questi giorni viene compiuto nel concludere le attività parrocchiali e diocesane trova un senso profondo nella condivisione del desiderio di crescere nella cura della vita spirituale. È stato un anno associativo, quello che volge al termine, che ha fortemente esortato ad abbandonare la postura di arroganza degli scribi e dei farisei per assumere, al contrario, lo stile della vedova che offre la totalità del suo essere, spingendo ad atteggiamenti di comunione sincera e ad assunzioni di responsabilità quotidiane nella partecipazione alla vita attiva nella società civile. 

Questo è stato ribadito anche durante l’ultimo incontro degli assistenti, dell’equipe diocesana e dei presidenti parrocchiali della nostra diocesi che, in un gioioso momento di convivialità, tra la soddisfazione dell’avvio di un percorso condiviso e la consapevolezza della necessità di un impegno serio, ha concluso le attività dell’anno associativo appena trascorso e ha annunciato  la gioia del ritrovarsi insieme per i prossimi esercizi spirituali per tutti i laici che si terranno 8 e 9 Settembre presso il Santuario di Maria SS Scala del Paradiso.

di Ada Mazzonello

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.